Centro commerciale

 

Fiori inutili

si scuotono

nella plastica 

del centro commerciale 


Fatto di vetro 

cemento 

ferro

spazi vuoti


Al di là della rete

alberi incolti 

tra i sassi di un cantiere 

si muovono nel vento


Muri

di palazzi sventrati

decorati di cavi e erba malata

fanno loro compagnia. 


Lontano

vecchie case

tra capanni bordati di riflessi

parlano del tempo andato


Il brusio

di lingue straniere 

invade lo spazio

 nell’attesa della calma della sera 


In pausa

due commesse in giallo

fumano 

l’angolo della loro libertà 

 

56 valigie

Winona Steunenberg - Vintage blue  

56 valigie 

stanno 

nel vagone 

del tempo 

4 chiuse nel baule

della mia infanzia 

passata tra vetrine 

e macchinine


4 nascoste

tra i cespugli

nella velocità

dei treni che corrono


4 segnate di rosso

di sguardi e di incontri

di silenzio e di strada

dove la mia distrazione mi porta.

 

Ora sei

KwangHo Shin - Untitled  

 

Ora sei
grande albero
mossa di fronda 
pensieri fluttuanti
pieni di musica

Ora sei 
esile giunco
mosso dal vento
stelo di fiore
segnato dal tempo
Ora sei 
diavolo riccio
occhio di spavento
voce di antro 
sorriso d’incanto

Il viaggio

Gone with the wind by Laelie Berzon

E così sono pronto

col bagaglio leggero

di guida e bermuda

carte e Wi-Fi 

 

E mordo il freno

dell’estate che nasce

e lascio la presa 

di nuovo felice

 

Maggio 2017

Le poesie sono come le onde del mare. E come i sogni.
Vanno e vengono.
A volte lambiscono i piedi e ci sfiorano la sera, per meditare.
A volte arrivano impetuose per tuffarsi dentro come i bambini, e ridere.
Ma ci sono sempre.

In questo periodo ho scritto poco e pubblicato ancor meno.
Forse mi ero allontanato dalla spiaggia.
Forse sto cercando un altro lido.

La sera



 Paul Klee - Fuoco nella sera

 

E così il giorno
si mangia il giorno,
nodi di perla
che scioglie il tempo,
lasciando solo
granelli di sabbia,
la sera invisibili
sulla spiaggia.