Maggio 2017

Le poesie sono come le onde del mare. E come i sogni.
Vanno e vengono.
A volte lambiscono i piedi e ci sfiorano la sera, per meditare.
A volte arrivano impetuose per tuffarsi dentro come i bambini, e ridere.
Ma ci sono sempre.

In questo periodo ho scritto poco e pubblicato ancor meno.
Forse mi ero allontanato dalla spiaggia.
Forse sto cercando un altro lido.

2 pensieri su “Maggio 2017

  1. Enri mi ha indicato questa via e non posso che esserne felice. Spero tu possa ritrovare presto l’ispirazione, quel poco che ho letto è veramente molto bello:)

Rispondi a Cuore Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.